Alla scoperta dei colori: il Blu Elettrico

Pubblicato da Alessio Benatti il

Il Blu Elettrico

Eccoci di nuovo con il nostro appuntamento con i colori.
Oggi parliamo del blu elettrico che Blumarine, Off White, Stella Mccartney e Gucci propongono prepotentemente nelle sfilate di quest'anno!
Per essere al passo coi tempi sappi che è stato denominato da vari stilisti blu digitale perché caratterizza il mondo dei social network, da molti definito il colore del futuro.
Il blu elettrico è chiamato così perché è la rappresentazione del colore del lampo, prende il nome dal bagliore di aria ionizzata prodotto da scariche elettriche che in aria appaiono di colore blu elettrico appunto..
Molto di tendenza negli ultimi anni seppure il boom nell'utilizzo di questa gradazione lo abbiamo negli anni '80, un periodo in cui le tinte forti erano un must have.
Ma non tutti sanno che si tratta di una colorazione in voga già dai primi anni dell'ottocento!
È una tinta molto viva e sgargiante, carica di energia, molto usata nel campo dell'abbigliamento per essere molto appariscente ma anche elegante.
Secondo gli studi di psicologia ha una facoltà rilassante ed è considerato il colore della calma e della tranquillità.
Il blu in generale riflette anche il significato di pulizia perché è il colore dell'acqua, quindi il riferimento al cielo e al mare è immediato, e dell'eleganza.
Come abbinarlo?
Non c'è che l'imbarazzo della scelta, se vogliamo rimanere sul classico useremo colori basici come bianco, nero, grigio e beige ma nulla ci vieta di osare (ma con parsimonia) abbinamenti più audaci come con il giallo, il verde lime, il viola o il fucsia.
E a te piace il blu elettrico?
Raccontacelo nei commenti allora!

Condividi questo post



← Articolo più vecchio Articolo più recente →


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati